Altro

La donna della settimana: Patrizia Paterlini-Bréchot, uno che sradicare il cancro

Gomorra 3, Cristiana Dell'Anna e Cristina Donadio: "Patrizia e Scianel pronte a tutto" (Luglio 2019).

Anonim

Un'eroina. Ecco come potremmo definire Patrizia Paterlini-Bréchot Questo biologo nato in Italia e vive a Parigi dal 1988. Ora è un professore di biologia cellulare e oncologia alla facoltà di medicina di Necker bambini malati di Università di Parigi-Cartesio. Una testa forte già. E un cuore d'oro in particolare. Perché aveva un'idea rivoluzionaria per la medicina e la scienza, creando una macchina in grado di rilevare le cellule tumorali ancor prima che si sviluppasse il cancro. Come Marie Curie e il suo premio Nobel per la chimica, si dice anche che il ricercatore possa avere il premio Nobel per la medicina grazie alla sua invenzione.

Ha sempre avuto l'anima di un guerriero, come spiega a Marie Claire . Già una bambina, si prende cura dei suoi amici perché non sopporta di vederli soffrire. Inevitabilmente, frequenta la facoltà di medicina a Modena, in Italia, sua città natale. Lì, è diventata oncologo atologue orlo, ma si sente impotente e totalmente frustrato con un paziente affetto da un cancro rapida progressione: " C'è la sensazione che una persona presa da cancro è da una forza più grande di "", dice lei. Troppo è troppo, decide di andare a Parigi per specializzarsi nella ricerca clinica di alto livello. Si unì al laboratorio del professor Christian Bréchot, il suo supervisore all'epoca, che ora è direttore dell'Institut Pasteur. Attraverso le pubblicazioni scientifiche che questa spugna di medicina scrive, finisce per innamorarsi di lui. Si sposano e hanno due bambini.

© Screenshot Facebook @Patrizia Paterlini-Bréchot

Esegui più veloce di cancro

Da filo dell'ago, si arriva a capo del laboratorio è costituito da 80% dei ricercatori e ha iniziato a lavorare su le cellule tumorali circolanti. " Attraverso studi sugli animali, si sapeva che queste cellule circolano negli anni di sangue prima della comparsa di metastasi. Ora i pazienti muoiono a causa di metastasi, non il tumore primario. come per il virus dell'AIDS, queste cellule mutano e, mutando, sono sempre più resistenti perché ricevono il tempo ", dice. Per lei, è importante essere in grado di correre più velocemente del cancro, perché può accadere anni " prima che queste cellule proliferino e diano metastasi". Un vero spreco per lei che si dà corpo e anima alla ricerca.E la sua tenacia sta pagando come nel 2005, ottiene finanziamenti per lanciare Iset , il famoso test.

Ha fondato la sua compagnia Rarecells Diagnostics, i cui brevetti sono condivisi tra Paris-Descartes, Inserm e AP-HP. La sua macchina è messa a disposizione del professor Paul Hofman dell'Ospedale universitario di Nizza, che metterà alla prova per sei anni pazienti, forti fumatori, con bronchopatia polmonare. E il test colpisce nel segno mentre i ricercatori rilevano cellule tumorali in cinque pazienti, anche prima che venga dichiarato il cancro al polmone. Sono stati operati e ora sono guariti, una vera vittoria per Patrizia, che lei dice nel suo libro " Killing Cancer " .

KILLING CANCER - To Kill Cancer di Patrizia Paterlini-Brechot // t. co / IP7n669LOF La sua scoperta potrebbe, domani, salvare milioni di vite! picco. twitter. com / BnjTEmm4DB

- Patrick Besset (@PatrickBesset) 19 gennaio 2017

"Una grande speranza, una prodezza tecnica"

Questo test rivoluzionario funziona attraverso una macchina che filtra il sangue, a soli 10 millilitri. Le cellule cancerose saranno estratte e rilevate. " Si tratta di localizzare queste cellule cancerose ancor prima che possano essere rilevate con l'imaging medico , ricorda il biologo con Ouest France . Questo test non è in grado di rilevare qualsiasi organo proviene dal tumore, ma " in base alle proprie predisposizioni e lo sfondo, cominciamo ad esempio al seno per le donne e della prostata per un uomo di dispositivo d'esplorazione tutto il corpo se non viene trovato nulla ". Una cura implacabile che spera che questo test possa sradicare la malattia, perché oggi il 40% dei tumori viene diagnosticato con metastasi. Iset potrebbe consentire la caduta di questo rapporto e la mortalità. " Una speranza formidabile, un'impresa tecnica , stima il Ministro della Salute, Marisol Touraine.

Per il momento, Iset è disponibile solo nel laboratorio del farmacista biologo Olivier Roy. Il suo costo è di 486 euro e non è rimborsato dalla Previdenza sociale . Vorrei che domani fosse un test di routine durante un esame del sangue. Questi sono enormi risparmi a breve termine: se il tuo primo test è negativo, il cancro è molto lungo da sviluppare, se il prossimo è positivo, ti prenderai cura molto presto . Oggi, sta cercando altri finanziamenti, per addestrare i professionisti a fare prove e perfezionare la sua invenzione. L'unico obiettivo: risparmiare tempo contro questa malattia. Una corsa contro il tempo, che Patrizia non si arrende.

Leggi anche la moglie della settimana: Hanne Gaby Odiele, modello "intersessuale" rompere il tabù

Per seguire le notizie, iscriversi alla newsletter ronzio