Psicologia

Tatuaggio, il Bourne

Goth tattoo dungeons //Nefertiti Bourne (Aprile 2019).

Anonim

Avevamo chiesto a tatuatori riconosciuti di venire a parlare della loro arte, del significato della loro arte ma nessuno voleva, abbiamo deciso di fare noi stessi questa riflessione.

Non siamo né tatuati, né tatuati, né in divenire, ma siamo stati a lungo incuriositi da queste incisioni sulla pelle, con il desiderio di mettere in discussione coloro che portano su di loro queste storie. Anche le storie cliniche sono tornate alla memoria. Poi siamo andati ad incontrare i tatuatori e tatuati. Dalle loro storie abbiamo realizzato la complessità e la pluralità di questa pratica di modifica del corpo.

Abbiamo lanciato un sondaggio su aufeminin. com

Notiamo che il tatuaggio è l'argomento più popolare nei siti di tutti i paesi occidentali.

Per le interviste siamo andati dappertutto, nella sede femminile, ma anche nelle palestre, nel ristorante, nei laboratori di tatuaggi.

Per capire meglio …

  • I motivi che fanno sì che qualcuno modifichi il proprio corpo incidendolo.
  • Il senso del carattere tatuaggio indelebile quando non dura un impegno professionale, romantico, politico?
  • L'audacia per la pelle , una pelle originariamente donata, vergine. Quale legge interiore e personale, quale motivo spinge qualcuno a darsi il permesso di cambiare la sua pelle?
  • Come e perché accettiamo la quota di tatuaggi. Quale nuova identità narrativa o immagine di sé, scegliamo di mostrare o nascondere.
  • Questa è un'altra identità, un'identità scelta tagliando e creando volontariamente una cicatrice, anche sublime? quale si sarebbe aderito all'immaginario?
  • Il tatuaggio corrisponde al desiderio di creare un luogo di memoria sulla pelle?

Pratica ancestrale, il tatuaggio è una recente mania.

Se c'è davvero una storia molto antica di marcatura del corpo, il tatuaggio rimane l'incisione nella pelle di un simbolo decorativo.

Presente in tutte le società, in tutte le culture.

- segno di appartenenza alla stessa società umana, in Oceania ,

- è piuttosto il mondo sotterraneo che li porta, i proscritti, i criminali e il le prostitute sono segnate, in Asia,

- mentre nel Europa nel 19 secolo sono i marinai, i criminali, i fuorilegge mescolati con gli aristocratici che stanno barcollando.

Non si può dimenticare in questa enumerazione: l'uso più atroce, odioso e diffamatorio dei tatuaggi nei gulag o nei campi di concentramento nazisti in cui il numero di registrazione tatuato annulla il nome e l'identità. Vittima dell'umiliazione e ridotta a numeri, il tatuaggio è un segno di infamia.

Nei 60, il numero di tatuaggi è aumentato in un contesto di opposizione alla guerra del Vietnam, lotta per le donne, lotta contro gli omosessuali … tatuaggi aperti alle donne.

Poi a anni '70 il tatuaggio è ripreso in movimenti marginali, proteste, Punk e Hippie. Diventa un segno di ribellione condivisa dallo stesso gruppo.

Oggi, il tatuaggio mostra un rinnovato gusto per le culture antiche, mutuato dalle tradizioni popolari. Crea qualcosa di nuovo su un vecchio contenuto il cui significato viene perso o ignorato, ma riformula i segni per un uso moderno e individuale. È riconosciuto come un'arte in sé, è oggetto di fiere e mostre mondiali. E anche nella fotografia d'arte. Fenomeno della moda o fatto culturale? Il tatuaggio è diversificato in una ricerca di singolarità personale e rivela il desiderio di incarnare la bellezza in modo sostenibile, artializzare il suo corpo o un pezzo di pelle, e anche di costituire un luogo di memoria.

Il corpo metamorfosato diventa un'opera d'arte, un blocco note e un self-archive? o ancora una causa in un modo terapeutico per recuperare il suo corpo e auto-guarire?

Pelle

È nella pelle, supporto vivente che i tatuaggi sono fatti.

Per questo fatto, trasgredire un divieto delle religioni del libro "Non farai incisioni nella tua carne: io sono il Signore". Levitico 19 28. Questo è precisamente perché non si deve cambiare ciò che Dio ha creato.

Interfaccia (confine) tra il mondo interiore e il mondo esterno, la pelle, come originariamente data dalla madre, è una busta integra che incarna la persona. Con le sue peculiarità, la grana, la carnagione, le voglie, le talpe, le lentiggini che lo rendono uno spazio unico e personale. Ricorda le involontarie cicatrici del corpo che testimoniano la storia di tutti: incidenti, infortuni, malattie.

Il tatuaggio, ha deciso la tacca, creando cicatrici, che si ottiene attraverso un dermografo.

L'inchiostro viene iniettato attraverso un ago che crea più piccole perforazioni tra il derma e l'epidermide, ottenendo il modello desiderato. E una traccia inalterabile (eppure effimera dal momento che contiene solo il tempo di una vita)

È una relazione con due che è stabilita, un legame particolare che viene creato dove uno affida la sua pelle e dove ci confidiamo.

"Le persone vengono con storie da raccontare che io illustro, io sono uno strumento ," dice Lionel , un tatuatore che, a proposito, è un artista. " È ai miei occhi, è più interessante tatuare che dipingere. Il tatuaggio persiste, è stampato per sempre su colui che lo voleva, lo porta continuamente su di lui ".

" Non c'è necessariamente un incontro in pittura, il tatuaggio nasce da un incontro desiderato tra tatuatore e tatuato.Una condivisione che non può essere fatta senza emozione e sofferenza. Comporta uno sforzo umano e finanziario. La prima volta è come un rito di passaggio "

Roberto tatuatore." Scrivo una storia prima di iniziare, ho appena chiedo un titolo e una nota emotiva. Mi racconta la sua storia e il suo corpo. "

Il tatuatore deve tradurre ciò che la persona vuole esternare da solo. La persona deve lasciare la nostra casa più forte . Workshop spazio il tatuaggio, il cliente è solo con questo straniero, egli offre la sua pelle

Mathias. "io sono al servizio di un progetto che io traduco (si tratta di un traduttore nel origine), realizzo qualcosa che il cliente non ha mai visto su di lui in questo modo, e anche se ha successo e non soddisfa il cliente, non possiamo mai cambiarlo. Questa fiducia che si crea è quasi una relazione di seduzione e come quasi tutte le relazioni di seduzione finisce con una penetrazione, che è qui, quella dell'ago. Inoltre è molto tattile, tocchiamo il corpo, cadono le barriere, parliamo. Comprendiamo la reazione della pelle, semplicemente toccandola capiamo che tipo di pelle abbiamo a che fare. La pelle è viva, è sensibile allo stress, alla preoccupazione. Vediamo subito come la pelle sta affrontando. "

Il tatuatore opera in un ambiente religioso con aghi sterili, capsule di inchiostro, disinfettanti, bende … Si è anche di fronte l'ignoto di cui egli dovrà interpretare desideri segreti incidendoli con la mano Tutto ciò avviene in una forzata promiscuità, come poche professioni suscitano: il corpo piegato sull'altro, il tatuatore è in alcuni casi, quasi sdraiato sul suo cliente per creare. non vedere la dimensione erotica di una tale sessione.

Ciò che è affascinante nel tatuaggio è il potere di scegliere ciò che si mostra di sé in una costruzione immaginaria della propria identità. " Il tatuaggio sembra offrire tutta la libertà di definire ", dice Mathias

La sensazione di esistenza, per sentirsi reale in un corpo scelto, trasformato e rigenerato.

modificare il corpo della nascita, il l'inizio di una nuova storia, in cui si tratta di creare un abbinamento definendolo tatuaggio: un corpo che non abbiamo scelto per quello che siamo.

Riapproduzione e auto-fabbricazione

Spesso segue un evento della vita: la morte di persone care, l'accesso a una vita adulta, l'amore si spezza, la decisione è presa per tatuarsi la pelle.

Questi eventi scatenanti li spingono a prendersi mano in modo diverso, di osare una mossa che è spesso una provocazione alla famiglia e vissuto come un auto-appropriazione. Anche se diffonde il tatuaggio rimane un atto di ribellione.

una nuova pelle che fornisce una personalità originale e scelto secondo un'identificazione immaginaria, per esempio, Julien, che ha un armadillo sul suo braccio uno squalo "per ricordarmi che sono troppo carino".

Coloro che sono tatuati parlano della loro pelle prima del tatuaggio come se mancasse qualcosa, come se la pelle imposta alla nascita, omogenea, liscia, vergine, fosse insoddisfacente, incompiuta.

Il 63% delle persone tatuate desidera vedere i loro tatuaggi, secondo il sondaggio aufeminin. com di giugno 2017.

Stiamo scrivendo qualcosa che altri tenteranno di indovinare, rimuovere o decodificare.

Tutti i clienti hanno, secondo i tatuatori " qualcosa che racconta se stesso e un piccolo dettaglio nascosto, solo per loro".

In questo gioco di mostrato / nascosto che cattura l'attenzione, il tatuaggio ha una funzione erotica.

Si dà da vedere, si espone allo sguardo. Evidenzia la svelamento di un corpo, la sua nudità mentre lo nasconde. Il primo tatuaggio è spesso solo l'inizio di una lunga lista, poiché la dipendenza è comune.

Ti forniremo alcuni esempi di parole tatuate.

Audrey: " Senza i miei tatuaggi, non mi amo affatto, non mi riconosco, senza di loro mancherebbe qualcosa, come un cappotto."

Titiou "Il tatuaggio, ce l'ho davanti, è un avvertimento, un guardrail, una promessa a me stesso di non tradirmi, di essere d'accordo con me stesso 2007. "

Jean-Paul : " I miei tatuaggi sono un'affermazione di me, della mia virilità, del fatto che sono gay, è come dire, siamo qui, siamo sono ragazzi veri! " Come se fossero il luogo di" sapere ", di uscire?

Noémie: "Ho scritto sul mio polso i nomi di battesimo dei miei due figli, non potrei mai dimenticarli, ma volevo metterli sulla mia pelle e mi piace che i miei bambini li accarezzino come giocattoli morbidi sulla mia pelle. "

Stéphane: " Ho riacquistato il controllo della mia pelle, non volevo più soffrire, ho dovuto segnare su me stesso che non voglio più cedere ai miei demoni, Darò un senso alla mia vita Il mio tatuaggio è una chiave, è una chiamata all'ordine. "

Yuko :" Per il mio primo tatuaggio, volevo un albero molto grande, con radici profonde, un albero potente che avrei portato sulla mia schiena, ma anche un albero che poteva portarmi. Ho scelto un bonsai da fiore le cui radici si sono trasformate in acque che compaiono due carpe koi e con il mio tatuatore abbiamo ritagliato questo enorme disegno in sette sessioni diverse, alcune delle quali sono durate fino a cinque ore. ci sono volute ventiquattro ore per lavoro. "

Bart :" Quando ho sbagliato, mi sono impegnato a tatuare ciò che volevo essere. Voglio essere saggio come un polinesiano, non ho nulla di polinesiano ma amo la loro cultura dell'amore e dell'acqua fresca, la semplicità e il tifo.

Mia madre non sopportava, mi disse "rubi la cultura degli altri per lasciare quella che ti ho dato, la tua pelle è tua, non toccarla!"

Quando non sarò più in questo mondo (in questa pelle) la mia anima volerà via ma la mia pelle saprà chi ero e cosa ho creduto.Mi guardo, mi amo di più, mi riconosco. "

Il tatuaggio esprime qualcosa che non può essere detto con la lingua parlata È lì, in un certo senso, invece, un po 'come un storia di stampa ancora in attesa di essere decifrato, leggere o detto

nell'estremo questo tatuaggio rispecchia ciò che intendiamo

"non ressuscitate"

. Vedere anche: la sorella tatuaggio: 100 idee tatuaggi di condividere

© Instagram _citt_domi_ / nicola_style_ / sweet_alee_love / vtsguatemala

un ricordo indelebile

Iscritta intenzionalmente nella pelle, queste tracce sono che fa riflettere sul desiderio di utilizzarlo come una pagina vuota, trasformarlo in archivio corpo , "il libro della mia carne" .

uno o molti, questi tatuaggi sono costosi e soggetti a una scelta ponderata. sono fatti a momenti specifici della vita, datato e indicizzato, ognuno racconta un pezzo di esistenza, un ricordo felice o triste.

Una pelle diventa un quaderno, leggi come un diario. L'iscrizione cronologica dei tatuaggi come filo rosso di una biografia. Un ricordo nella pelle.

Il " è sempre ," svolge un ruolo fondamentale nel progetto di un tatuaggio. "C è un matrimonio per la vita ", ha detto Audrey

Ed è questa indelabilità che è l'elemento centrale del desiderio di tatuare.

Non possiamo tornare indietro.

Roberto tatuaggio " Il tatuaggio è l'unica cosa che porteremo nella tomba.

Anche se lui finisce per rappresentare un'epoca passata, una storia completa, tatuaggio diventa una traccia del passato inciso per sempre e sempre presente. anche se vogliamo dolorosamente chiaro esso.

Loren , ha detto che un tatuaggio è spesso una storia di vita, di un abuso infantile che "Non puoi segnare letteralmente." Ci sono due motivazioni: voglio tenere traccia del mio corpo così l'ho sempre con me. E deve essere sotto una forma abbellita per demonizzare il mio passato. " che mostra l'importanza della durata e trasportabilità della traccia. Si è formale, il dolore del passato sta svanendo nella bellezza del tatuaggio. Il tatuaggi sono un abbellimento di un tragico passato. ricordare le storie di vita, abbiamo bisogno di passare attraverso il tatuaggio. una morte, l'ignoranza sul suo passato, l'abbandono …, trasformare artisticamente è di guarire auto. il corpo è usato per dire le parole che non si può dire, di sublimare il dolore. "Ma è possibile dire qualcosa di bello qualcosa di terribile?"

il tatuaggio, la registrazione nella pelle, in guardia fantasia e rappresenta la traccia dell'evento traumatico, e prende in alcuni soggetti una dimensione estetica che permette loro di operare una vera e propria trasmutazione delle tragiche esperienze.

il passato è sempre presente sul corpo.

Noémie aveva un 5 inciso sul braccio, allo stesso tempo e nello stesso luogo di uno dei suoi amanti durante la pausa, per tenere traccia del loro impossibile amore . Ma probabilmente mantengono anche un collegamento tra di loro.

La pelle tatuata è in competizione con il cervello per la sua memoria? La nostra pelle è il luogo dei nostri ricordi? Il tatuaggio diventa il libro della mia carne? Smetti di soffrire.

La relazione con il dolore

Dalla parte dei tatuatori

Qual è la sensazione dei tatuatori al momento di fare irruzione, intaccando lo spazio del corpo?

Mathias tatuatore, dice " Sì, è sempre un tatuaggio doloroso, ma il dolore è diverso per tutti. Siamo preoccupati per il dolore ma è inevitabile, la compassione non è di metterlo altrimenti ha un impatto sulla tecnica, teniamo la sua mano, possiamo perdere il tatuaggio Nessuna sessione troppo lunga, non più di 5 ore di fila, altrimenti diventa insopportabile Le più dolorose sono le caratteristiche da fare la struttura con l'impressione di essere tagliata e riempita dal colore è come brucia … "

Il dolore ha un ruolo importante, il tatuaggio è spesso un'operazione dolorosa.

Fa parte dell'importanza simbolica di questa fase.

Tatuaggi

Al di là dell'estetica della pelle tatuata, del desiderio di abbellire, di sembrare sportivi o di stelle, di guarire, un tatuaggio è quasi sempre male e il 95% delle persone tatuate ha paura di questo dolore.

Il dolore non è ricercato come tale, né sperimentato con piacere.

Jean-Paul dice di questo dolore che " non è mai piacevole, e più a lungo dura, più fa male." Ma non vogliamo soffrire. non è masochismo, non hai piacere nel dolore, perché lo fai nonostante il dolore estremo. Il bisogno di trasformare la tua personalità è più grande del dolore, l'equilibrio tende all'auto-arricchimento e la trasformazione desiderata, il desiderio di essere diversi e di acquisire una personalità che non si aveva, passa di lì. "

Il dolore del tatuaggio sarebbe meno difficile da sopportare del dolore morale. Il tatuaggio rilascia una tensione, angoscia, relativizza e sublima la sofferenza originale.

Sandrine e Dayane dire " Il dolore del dermografo è più sopportabile del dolore di una rottura"

Xavier: " Ho tatuato il soprannome della mia amata sulla mia caviglia perché volevo mostrargli che avrei potuto superare tutto con l'amore per lei, anche con il dolore, che non c'erano limiti al mio amore. "

Tina:" Dopo la partenza definitiva di mio marito, ero così triste che avevo una fata tatuata sulla parte superiore della spalla sinistra, vicino alla nuca, mi accompagna sempre, dormo con lei lei veglia su di me, mi protegge dal dolore morale e io

si cura "

Alcuni parlavano di masochismo, perché c'è davvero nel caso del tatuaggio, un rinnovato desiderio di fare.Il dolore fa la sua parte in questo desiderio?, una sorta di dipendenza. "Un tatuaggio e sei morto" dicono tutti i tatuatori.

Titiou " Ti sbagli, ma ad un certo punto si torna indietro, può essere la produzione di endorfine è per qualcosa, si vuole fare un nuovo tatuaggio."

Il superamento del dolore dà ad alcune persone un senso di orgoglio nell'essere all'altezza. È una forza di carattere.

Per la maggior parte dei tatuaggi, il dolore è sublimato dal processo che accompagna, dall'idea di una metamorfosi e anche da una dimensione iniziatica. Come ha scritto Simone Weil, c'è una dimensione purificante della sofferenza (specialmente durante il parto).

A volte è solo riferito alla esperienza del parto "Ti sbagli, è sbavare, sai che devi passare attraverso di essa, ma quando è finita si sa che era quello di raggiungere ciò che si voluto … "

Ma non è solo quello che vogliamo.

A volte anche i test collettivi vengono superati.

Questo è quello che abbiamo chiamato i tatuaggi Memorial

Da qualche tempo v'è stato l'emergere di tatuaggi che sono segni di riconoscimento tra i gruppi che hanno subito lo stesso trauma.

Un frammento del corpo può diventare il luogo di un rituale collettivo o uno spazio di auto-scrittura o supporto artistico per l'auto-guarigione.

- sopravvissuti agli attacchi del Bataclan avere tatuaggi in memoria dei loro cari, vittime della tragedia: fluctuat nec mergitur, la data del 15/11/2015 …

I sopravvissuti della Bombardamento di Manchester a Bee simbolo della città.

Per ricordare, per registrare il lutto, per reimparare come vivere. Per contrassegnare una cicatrice interiore.

Un'altra tribù forme che uniscono le donne che hanno avuto cancro al seno e guarito i loro corpi supporre che ottiene tatuaata disegni sublimi, delirante …. Presso la sede del seno o intorno al capezzolo, a volte "per dare seni sembrare seni reali", dice Alexia Cassar che tatuato areola e capezzolo trompe l'oeil "normalizzare un aspetto, ripristinando la capacità di s amore "con l'idea di riprendere il controllo del proprio corpo attraverso i tatuaggi.

Qualche mese fa è apparso un tatuaggio di una rosa stilizzata. Questo motivo è stato appositamente progettato per le vittime di violenza sessuale. Questo movimento, lanciato da Lady Gaga, è simboleggiato da un tatuaggio che raccoglie le vittime di violenza sessuale. Oggi, molti l'hanno adottato, migliaia.

questo tatuaggio ha un nome, "Fuoco Survivor Rose Tattoo Unità" ( "rosa chiaro sopravvissuti di quote").

Tutti questi tatuaggi hanno un valore di identificazione, dicono l'appartenenza a un gruppo in una comunità di esistenza e la volontà di non dimenticare mai.

Non abbiamo tutti sognato di cambiare pelle?Tuttavia, è sufficiente trasformare la sua pelle in cambiamento?

Il tatuaggio funge da linguaggio in cui il linguaggio è carente e fa parte di un movimento di auto-appropriazione, una pretesa per la fabbricazione personale del proprio corpo.

Ogni tatuaggio nella pelle è come una memoria registrata. Immutabile, la traccia diventa un archivio di un'esistenza che è esposta allo sguardo o si mimetizza in un velo / svelamento.

Ma questa pratica delle iscrizioni del corpo individuale è aumentata da una pratica che diventa comunità. Il corpo è il portavoce, la bandiera di una causa, un know-how, un trauma condiviso che diventa memoria collettiva. È terapeutico in un processo di auto-guarigione personale.

Maggiori informazioni sul Simposio Gypsy

Vedi anche: 80 mamme tatuaggi raccontano il loro amore per il loro bambino

© lumie_ink su Instagram

I nostri ringraziamenti a

Jean -Paul Cluzel, Yuko, Tina, Sandrine, Dayane, Audrey, Johanna, Annie, Selena, Xavier Lara, Claire, Stéphane, Bart, Titiou Lecoq

Jean-Paul Cluzel, Yuko, Tina, Sandrine, Dayane, Audrey, Johanna, Annie, Selena, Xavier Lara, Claire, Stéphane, Bart, Titiou Lecoq

Tatuatori

Roberto Adrian, Kevin, Lionel Fahy (al passo tatuaggio), Tal Agam Loren (Eternal Ink Beaugency), Mathias Reichert e Karim (Anomaly)

Benoit Moison, creatore del sito web di Tatoome. com