Altro

Serge Hefez: "La famiglia è il principale désembrigadement trampolino di lancio" (intervista esclusiva)

Roselyne Bachelot commente "Le nouvel ordre sexuel", de Serge Héfez (Luglio 2019).

Anonim

In occasione del film Cielo cercherà di Marie-Castille Mention-Schaar, raccontando due giovani francesi reclutati dalle Daesh abbiamo incontrato Serge Hefez , uno psichiatra che lavora sul tema della radicalizzazione, in particolare tra il CPDSI ( Center for Prevention, Deredicalization e Individual Follow-up) di Dounia Bouzar , per il quale supervisiona le squadre e per le quali assicura il follow-up delle famiglie. Li riceve anche nel suo reparto di psicologia adolescenziale alla Pitié-Salpêtrière, in collegamento con la prefettura.

In qualità di consulente cinematografico, è contento che il lungometraggio acclamato dalla critica non contenga gli amalgama troppo frequenti di adesione all'ideologia del gruppo terroristico e ai background religiosi e familiari. Le persone devono prendere Riconoscendo che i giovani che si imbarcano non sono tutti delinquenti, da famiglie che sono essi stessi emarginati e arruolati, che questo può colpire un gran numero di famiglie. "

La necessità di impegnarsi

Esattamente, chi sono questi giovani - oggi parliamo di 5.000 - 6.000 radicali, tra i quali il 25% sono minorenni - e cosa li spinge ad aderire a ciò che considerano né più né meno come una setta? Una delle chiavi di questo processo è l'adolescenza, un tempo in cui i giovani sono " in uno stato di fragilità, alla ricerca di se stessi, di significato, identità, impegno e sono in un momento di separazione: si interrogano sul legame familiare, il loro ruolo nella famiglia, la sua storia, i suoi valori, per allontanarsene e cercano appartenenza a gruppi, ideologie, valori che vanno essere in grado di permettere loro questa pausa. "

Il nichilismo e l'atteggiamento suicida non sono affatto in primo piano, è piuttosto il desiderio di impegnarsi in qualcosa di forte.

Una breccia individuata dai reclutatori che saranno coinvolti in esso. " Il discorso dei reclutatori va nella direzione di questa separazione, fornendo un" chiavi in ​​mano ", un ideologico pronto a pensare e al tempo stesso, accelerare la rottura con la famiglia e il gruppo di appartenenza. Essi forniscono un nuovo gruppo e una nuova ideologia, un nuovo obiettivo. "

" il nichilismo e l'atteggiamento suicida non sono affatto in primo piano, contrariamente a ciò che ascoltiamo, è piuttosto il desiderio di impegnarsi in qualcosa di forte ", insiste. Sui social network, i touts troveranno i messaggi che riflettono questo bisogno, il disaccordo con i valori dei compagni e della famiglia, la ricerca di un significato per la vita o una ricerca di amore." Riusciranno a scagliare questi giovani e ad incontrare le loro aspettative in modo assolutamente grandioso e meraviglioso (presentandosi come Principe Azzurro, dicendo loro che sono la prossima Madre Teresa, ecc.) Promettono loro un grande futuro ", spiega Serge Hefez.

Quando il gruppo sostituisce l'individuo

" Alla fine, i giovani aderiscono, non solo all'ideologia, ma anche all'ideologia del gruppo, significa perdere il collegamento con i valori precedenti, fino a un vero processo di disumanizzazione , continua. L'individuo svanirà gradualmente a beneficio del gruppo. Un processo che richiede più o meno tempo a seconda della struttura del giovane, a cui i reclutatori si adatteranno.

" Se è ben inserito, ha amici e valori che condivide con il suo entourage, ci vorrà più tempo perché ci vuole una vera trasformazione, ma se il giovane è fragile, che ha già una visione cospirativa del mondo (il principale canale della propaganda Daesh) che ha tendenze paranoiche, aderirà molto più rapidamente. "

Desembragadement

C" è la famiglia che è il principale trampolino di lancio dello sbarco.

" Non è mai facile uscirne, perché non è facile uscire dall'anoressia o dalla tossicodipendenza. " Proprio come il reggimento, la de-radicalizzazione richiede di tempo e, soprattutto, un ambiente favorevole. Serge Hefez si prende quindi cura dei giovani, con la loro famiglia, spesso molto mobilitati. " È la famiglia il principale trampolino di lancio del dibattito. Il mio compito è di mettere questi giovani nella loro dinamica Rimettendolo in un contesto familiare, è già diverso, si immerge molto più facilmente nella sua precedente persona "

Il corso può essere molto lungo e deve operare a diversi livelli. In famiglia, prima di tutto, ma anche, al CPDSI, che propone gruppi di parole tra giovani a vari stadi di disincanto, pentiti, che saranno stimolati. " Un po 'come gli ex alcolisti ", nota lo psichiatra." L'assistenza educativa e sociale, il ritorno a scuola e l'inserimento professionale. Tutto avviene nell'immagine che hanno di se stessi e li rimette nel circuito della società ", continua.

Possiamo uscire?

Il film Waiting Heaven è l'esempio, è possibile tornare dalla regimentazione, lo psichiatra è certo. Di tutti i giovani che è stato portato a seguire, sia attraverso il suo ufficio o il CPDSI, " oggi, molti sono sulla strada giusta ", anche se il corso non è lineare e che potrebbero esserci "ricadute".

Tuttavia, tutto questo non può essere fatto senza un vero investimento dello Stato. " È necessario mettere i mezzi dentro. L'essenziale è che le squadre si mobilitino in ogni regione, in ogni grande città.È in corso, ma ci vuole un po 'di tempo perché queste basi siano operative e che lo staff sia formato. "

Vedi anche: Scopri un estratto esclusivo dal film" Il paradiso aspetterà "

Per seguire le notizie, iscriviti alla newsletter del buzz