Cultura

"Madame Bovary", un nuovo adattamento riuscito

I AM NOT MADAME BOVARY Trailer | Festival 2016 (Luglio 2019).

Anonim

Il romanzo Flaubert (pubblicato nel 1856) continua a ispirare i registi. Il mondo della settima arte sembra affascinato dalla giovane donna rimanendo fedele alla storia come il regista francese Claude Chabrol o cambiando il suo nome di battesimo, come del portoghese Manoel de Oliveira, con il nome di Ema ( Val Abraham , 1993) o ad esempio Maya Memsaab nella versione di Bollywood di Ketan Mehta (1993). Così, Sophie Barthes è la sedicesima per mettere in scena l'adattamento - spesso rischioso - della vita mortalmente noiosa di Emma Bovary.

La storia

Emma Rouault, figlia di un ricco agricoltore, ha appena lasciato il convento e sposa Charles Bovary, un medico di campagna che è felice di aver trovato una giovane donna bella e ben educata . Ma nella sua nuova casa, Emma occupa le sue giornate suonando il piano, spendendo soldi per nuovi abiti e ridipingendo. Questa routine quotidiana è lontana dal lusso e dalla spontaneità a cui aspira. Il marchese di Andervilliers, Leon, il giovane impiegato di notaio e il signor Lheureux, astuto mercante, arrivano a rompere la monotonia della sua esistenza.

© Jour2fête

Cosa pensiamo

Se i primi 20 minuti del film sembrano suggerire che saremo annoiati tanto quanto Emma Bovary, il prossimo verrà a rompere questa prima impressione.

Sophie Barthes ha portato il ritmo a una storia monocromatica. Il corso della giovane Emma è stato condensato in un anno e consente una visione abbreviata degli errori commessi da quest'ultimo in una ricerca permanente di passione.

Flaubert ha detto del suo romanzo: " Sono creduto di essere innamorato della realtà, mentre lo odio; perché è nell'odio del realismo che ho intrapreso questo romanzo. Ma io non odio la falsa realtà che siamo ingannati dal tempo. "L'adattamento del regista è in sincronia con l'autore. Madame Bovary è noi … Impaziente, temerario, costante bisogno di vibrare, di godere dei piaceri della vita, è facile da identificare con il personaggio, a riconoscere le nostre colpe, i nostri desideri più profondi e la nostra ricerca un ideale

L'obiettivo di Sophie Barthes era quello di rimanere fedele al lavoro di Flaubert mentre creava un film moderno … Un obiettivo raggiunto e un'ulteriore prova che questa storia è senza tempo. Dal 1856 al 2015, la signora Bovary non ha avuto alcuna grinza.

Attori

Si riconosce Mia Wasikowska (Emma Bovary) che ha recitato in Alice nel paese delle meraviglie di Tim Burton versione di Ezra Miller (Leon) visto in Il mondo Charlie a fianco di Emma Anteprima di Watson e Henry Lloyd-Hugues (Charles) in Harry Potter e il Calice di fuoco.

Guarda il trailer

Il tuo browser non può visualizzare questo tag video.

Madame Bovary, di Sophie Barthes con Mia Wasikowska, Henry Lloyd-Hughes e Ezra Miller tra gli altri al cinema il 4 novembre.

Vedi anche altre recensioni su aufeminin:

- L'uomo irrazionale, il grande Woody Allen!

- Mon Roi, un film commovente e pieno di emozioni

- Anche come chef di personaggi, Bradley Cooper

è la ragazza migliore da guardare

Vedi anche: I nostri migliori 30 film per ragazze

© DR