Altro

La solitudine ucciderebbe più persone rispetto all'obesità

Nationalism vs. globalism: the new political divide | Yuval Noah Harari (Luglio 2019).

Anonim

Ricercatori americani hanno condotto uno studio sulle conseguenze della solitudine sulla salute. I loro risultati sono a dir poco sorprendenti e, in quanto tali, desiderano che l'isolamento sociale sia ora riconosciuto come un rischio per la salute pubblica.

In effetti, le persone con bassi rapporti umani avrebbero un ulteriore 50% di rischio di morire prematuramente rispetto a coloro che sarebbero socievoli secondo questo studio.

La dottoressa Julianne Holt-Lunstad, autrice dello studio e professore di psicologia alla Brigham Young University, ha affermato che " essere socialmente connessi agli altri è un bisogno umano fondamentale, cruciale sia per il bene di essere di una persona solo per la sua sopravvivenza ".

Inoltre, anche se l'obesità viene costantemente denunciata come una delle principali cause di mortalità precoce, la solitudine sarebbe molto più grave. Infatti, mentre l'isolamento sociale aumenta il rischio di morte prematura al 50%, il tasso di mortalità dovuto all'obesità è intorno al 30%.

Secondo un recente studio di Granset, una rete specializzata per persone di 50 anni e più, quasi 3/4 delle persone anziane in Gran Bretagna si sentirebbero sole e il 70% di loro ha dichiarato i propri amici intimi e la loro famiglia sarebbe sorpresa se lo sapessero perché non ne hanno mai parlato.

Questa epidemia di solitudine, come qualcuno lo chiama, non sarebbe limitata agli anziani, dal momento che nel 201-6, secondo il rapporto annuale della Fondation de France, 1 su 10 francesi dichiarò di non avere relazioni sociali . Inoltre, queste cifre sarebbero ampiamente sottovalutate poiché, secondo lo stesso rapporto, il 38% delle persone isolate mostra negazione e dichiara di non sentirsi sola.

Secondo uno studio condotto dalla Rice University in Texas, se le persone isolate non sono più propense di altre a prendere il raffreddore, quando lo fanno, si sentono molto peggio. Sentirsi soli avrebbe conseguenze sia fisiche che mentali . Pertanto, la solitudine amplifica i sintomi delle persone isolate in caso di malattia rispetto a quelle che non lo sono.

I risultati sono allarmanti quando sappiamo che una persona su tre potrebbe essere socialmente esclusa nei prossimi anni.

Vedi anche: Solitudine: giovani sempre più colpiti in Francia

Per seguire le notizie, iscriviti alla newsletter di buzz