Altro

In Cecenia, gli omosessuali sono condannati e torturati nei campi

“Campi di concentramento per Gay in Cecenia” ...ma è vero? (Luglio 2019).

Anonim

Gli omosessuali torturati, picchiati a morte

Il giornale di opposizione russo, Novaya Gazeta, ha rivelato questo orrore. Il DailyMail parla dell'apertura dei " primi campi di concentramento omosessuali da Hitler ". Uno shock

I campi in questione sono in Cecenia, una repubblica costituente della Russia di Vladimir Putin, nella regione del Caucaso settentrionale di Grozny. Gli omosessuali, di età compresa tra i 16 ei 50 anni, vengono arrestati, deportati, torturati con scosse elettriche o picchiati a morte.

Alcuni detenuti che sono fuggiti raccontano l'orrore.

I torturatori li torturano allo scopo di ottenere nomi dalla comunità gay. A volte sono costretti a lasciare la Repubblica cecena e, infine, un sopravvissuto dice che doveva pagare tangenti alle guardie per sopravvivere.

Secondo il giornale Novaya Gazeta , il numero delle vittime sarebbe di circa 100 persone.

La denuncia camminare

Dal 29 marzo, russi trasmissioni LGBT Rete sui social network, creando un numero verde per i residenti del Nord Caucaso " Se ti senti insicuri, se minacciato, contattaci immediatamente all'indirizzo kavkaz @ lgbtnet. org "

Alexander Artemyev, Amnesty International in Russia ha detto al MailOnline " Possiamo solo fare appello alle autorità russe per un'indagine The. omosessuali in Cecenia hanno paura, non parlano. essi o nascondono o fuggono. "

il clima di terrore è come ceceni, che non fanno parte della comunità LGBT, non il coraggio di parlare con i giornalisti per paura di rappresaglie.

Oneri confutate dalle autorità

il giornalista Novaya Gazeta , ha detto che tutto sarebbe cominciato come attivisti della comunità LGBT che hanno dovuto organizzare il progetto delle Repubbliche di Caucaso un gay pride. un progetto impopolare che avrebbe portato "alle purghe di prevenzione ."

le autorità cecene recisamente negato e il portavoce della presidenza cecena va oltre osando dichiarare con un'ironia insopportabile " non possiamo fermare gli omosessuali in Cecenia, semplicemente perché non ce n'è! "come relé rfi.

Il portavoce del leader ceceno Ramzan Kadyrov, a sua volta sostenuto da Vladimir Putin, è arrivato al punto di negare l'omosessualità nel paese.

Amnesty International, Human Rights Watch, il Dipartimento di Stato americano e il Parlamento europeo chiedono un'inchiesta.

Vedi anche: Lesbiche, bisessuali: queste stelle che assumono

Leggi anche: omosessuali marocchini chiede tolleranza per affrontare scoperto (Video)

Per seguire le notizie, iscriviti alla newsletter ronzio