Altro

Eroi e superstiti di Boko Haram, che raccontano la loro storia agghiacciante

"Charlie Hebdo": i Boko Haram inneggiano alla strage di Parigi (Luglio 2019).

Anonim

la maggior parte del tempo, gli adolescenti non hanno più 15 anni. Vengono rapiti dai membri dell'organizzazione terroristica Boko Haram, con sede in Nigeria, che è stata responsabile di numerosi attacchi per 8 anni. Dall'inizio dell'anno, l'organizzazione ha già usato 110 bambini come bombe umane, tra cui 76 ragazze. La maggior parte aveva meno di 15 anni.

Questo è il modo di operare inumano che Boko Haram ha trovato per organizzare gli attacchi: rapire i bambini per attaccare una cintura esplosiva e lasciarli andare in mezzo alla folla per farsi saltare in aria.

Tra le preziose testimonianze raccolte dal New York Times , raccontano le ragazze. E ci rendiamo conto di quanto siano vere alcune eroine. Mandati in missione suicida, hanno sfidato i loro carnefici perché si sono rifiutati di fare del male a persone innocenti.

Le loro storie, trasmesse dal giornalista, sono fredde nella parte posteriore:

" Vado via e soffio " Hadiza, 16 anni.

- " non so come sbarazzarsi di questa cosa " Hadiza, 16, ricorda di aver detto che il suo amico, mentre camminava verso il luogo dove doveva farsi esplodere .

- " Che cosa intendi fare ? Chiede la ragazza di 12 anni accanto a lei che indossava anche una cintura esplosiva.

- " Vado via e soffio ", disse Hadiza, disperata.

Sapeva molto bene che avrebbe ucciso persone innocenti, e per lei era impensabile. Hadiza dice che tutto è successo molto velocemente dopo essere stato rapito da Boko Haram. Fu prima affrontata da un combattente che voleva sposarla. Hadiza lo respinge e l'uomo gli dice che se ne pentirà. Qualche giorno dopo, il capo dell'organizzazione gli dice che presto si troverà nel posto più felice del mondo. La ragazza sta pensando a casa sua. Ha parlato del paradiso.

Finalmente la ragazza riuscirà a fuggire.

Ho parlato con 18 ragazze Boko Haram come kamikaze. Ecco alcune delle loro storie // t. co / Cdy4JqP0fB pic. twitter. com / fJwC7ijwFa

- Dionne Searcey (@dionnesearcey) 25 ottobre 2017

Aisha, è stata di 15 anni al momento. Il suo fratellino si è fatto esplodere su richiesta di un membro di Boko Haram nel bel mezzo di una caserma di soldati nigeriani. Era troppo piccolo per capire cosa sarebbe successo. Poi è arrivato il suo turno.Ma lei, più grande, ha deciso di chiedere aiuto alle forze di polizia spiegando la situazione.

La cosa atroce è che ora la polizia nigeriana ha paura delle ragazze che incontrano nelle strade, specialmente quando indossano una lunga sciarpa o un vestito che può nascondere una cintura esplosiva.

In tre mesi, 13 bambini di età compresa tra gli 11 e i 17 anni sono stati uccisi dopo essere stati portati per i kamikaze quando erano solo bambini. Le autorità stanno chiedendo ai cittadini di essere vigili e prestare attenzione alle "ragazze esplosive". A Horror

(The New York Times article)

Leggi anche: 82 ragazze delle scuole superiori sono state liberate da Boko Haram in Nigeria

Per seguire le notizie, iscriviti alla newsletter del buzz