Cultura

Greeters, un bel progetto per riscoprire Belgio

Reportage sur Léman bleu en septembre 2010 (Giugno 2019).

Anonim

per più di tre anni, Greeters offrono grandi esperienze per (ri) scoprire Bruxelles, Namur, Charleroi, Mons o Verviers.

La rete è composta da volontari volontari che portano i turisti fuori dai sentieri battuti, ma non solo. Infatti, le fughe sono anche gratificanti per coloro che vivono in Belgio e cercano un nuovo sguardo sulla loro città.

In termini pratici, come funziona? Bene, è semplice, basta andare sul sito Greeters e registrarsi per chiedere un "Saluto", specificando i suoi interessi, disponibilità e lingua. Meglio andare due o tre settimane prima e poi lasciarsi andare.

Sia che tu voglia immergerti nella storia del Borinage, scoprire spazi verdi o andare alla ricerca delle migliori patatine fritte della capitale - attenzione, discussioni vivaci in prospettiva, tutto è possibile.

Meglio di tutto, le visite sono gratuite perché tutto è basato sulla generosità, sulla reciprocità e sullo scambio.

Abbiamo colto l'occasione per discutere con i due ti accolgono affascinanti, Marion e Gregory , che ha accettato di rispondere alle nostre domande, buoni indirizzi collaterali:

Ciao, allora, ci dica, come a lungo sei Greeter?

Marion: Sono stato un Greeter per poco più di un anno e mezzo.

Grégory: Per quanto riguarda me, per tre anni, dall'inizio dell'avventura.

Perché hai voluto partecipare a un progetto del genere?

Marion: Ho incontrato i Greeters in un giorno " Brussels Champêtre " dove avevano uno stand informativo. Facevo già parte delle reti di accoglienza dei visitatori a casa mia (couchsurfing, servas). Mi piace l'idea di incontrare persone di altre culture, di condividere un po 'di tempo con loro, sia a casa che a casa, quando viaggio. E l'idea di poter accogliere più facilmente e facilmente i visitatori della mia città, il tempo per una passeggiata, un saluto, è stata la continuazione di queste attività e mi ha immediatamente sedotto.

Grégory: Semplicemente perché amo la mia città, Bruxelles, e la conosco piuttosto bene in aree specifiche. Volevo condividere questo con le persone interessate, per esempio quelle che non cercavano specificatamente una guida storica ma una guida culinaria. L'aspetto del volontariato è il più importante, riguarda lo scambio di qualità e la condivisione di bei tempi.

In particolare, che tipo di tour offri ai turisti?

Marion : Lo scopo di queste visite è condividere un po 'di "suono di Bruxelles" con i visitatori (non solo turisti provenienti da altri paesi, ma anche a volte studenti Erasmus, nuovi arrivati ​​che vogliono conoscere la città un po 'meglio).Mi piace la storia di Bruxelles, per capire come la città si è sviluppata e trasformata. Questo è quello che cerco di trasmettere alcuni visitatori, mentre si parla del loro modo di vivere qui: il funzionamento della città, le istituzioni, la gastronomia …

Generalmente le persone sono interessate e chiedere qualsiasi una serie di domande, che variano in base agli interessi di ciascuno. In particolare mi piace scoprire Saint-Gilles, il quartiere di Marolles e il Sablon. Spesso spingo anche a visitare il centro, ma lontano dalla piazza principale e dal Manneken Pis! Io invece porta in primo piano il parcheggio 58, per la vista della città, e nei vicoli e vicoli ciechi della zona Sainte-Catherine, immerso nella storia.

Grégory : In generale, questo è il centro di Bruxelles, soprattutto per i turisti che non sono mai stati in città prima. Non è la mia zona di residenza, ma il mio quartiere del cuore, quello in cui mi piace uscire.

Se già lo sanno, passeggiare per Ixelles è sempre un successo, da Châtelain a Flagey, da Place Brugmann a Etangs. Poiché amo molto la gastronomia, finiamo sempre per parlare di patatine fritte, cioccolato, tendenze alimentari o giovani ristoratori. Ma apprezzo anche il design e la moda orientati ai negozi, in cui l'idea dell'artigianato è fondamentale.

Hai qualche aneddoto sui tuoi saluti?

Marion: Ricordo un saluto, un po 'magico, in cui la persona voleva scoprire gli spazi verdi di Bruxelles. Nevicava la notte prima, quindi abbiamo attraversato parchi forestali, tutti bianchi, sotto i fiocchi che stavano ancora cadendo.

Gregory Ho fatto un Greet con una donna che è venuto a lavorare in un'ONG per sei mesi, è stata la sua prima visita in Belgio e il contatto è così fine che ho avuto l'opportunità fare diverse visite e vederla di nuovo durante il suo soggiorno. Altrimenti, prendersi cura degli studenti Erasmus appena fuori dal treno è anche una grande esperienza.

© Umamido

Quale comune / i conosci meglio? Hai caffè, parchi o attività speciali da consigliare?

Marion : Living Saint-Gilles, conosco necessariamente questa comune un po 'meglio degli altri.

Mi piace il lato cosmopolita di questo quartiere si possono acquistare empanadas colombiani Pueblo Latino (rue Jean Volders) e poi passare la serata di muovere alla Casa del Popolo sulle danze popolari durante i queimadas organizzati dall'associazione Musiek Publique !

E poi, a pochi passi, mi piace passeggiare nel parco Duden: la città che lascia di incontrarsi in un'atmosfera ricca foresta è incredibile!

Grégory: Ah, indirizzi, sì, sono pieno ed è difficile fare una scelta. In massa, va detto:

- Pimpinelle , per i suoi mobili, libri e piatti dal design elegante.Anche le lezioni di cucina fornite qui meritano una visita.

- Nordzee , un classico per assaggiare crocchette di gamberi allo sportello, con un piccolo bicchiere di vino bianco, è sempre un successo.

- Comus & Gasterea , un grande artigiano che offre meravigliosi gelati, senza concessioni. Il pistacchio che sa di pistacchio, senza coloranti e senza aromi, caffè bruciato o sorbetto al cioccolato sono in programma.

- Flagey Fry : Tutti noi abbiamo il nostro fritkot preferito e questo è mio. Bene, il capo è spesso spiacevole ma diciamo che fa parte del fascino. Suggerimento: se ordini nell'ordine corretto, non lo metti giù. Quindi inizia con le fricandelle, le crocchette di formaggio o altro prodotto forte, quindi vai a patatine fritte e alla fine, solo alla fine, specifica le tue salse.

(Nota dell'editore, qui, il nostro chip preferito è il Barrière, con la sua meravigliosa salsa al carbonata, perfetta per le voglie notturne, il dibattito è aperto)

- Desmecht : Erboristeria con il suo famoso tesoro in fondo al negozio, questo muro con un sacco di cassetti in legno che contengono tutte le spezie inimmaginabili.

- Umamido , il mio ristorante preferito del momento, per i ramen, questi spaghetti giapponesi serviti in un brodo eccezionale, cucinati per dodici ore. Da non perdere i loro panini di maiale con pancetta confit al forno, salsa agrodolce e cetriolo. (anche testato e approvato dall'editore, questo è uno dei nostri preferiti)

- Marie's Garden in Overijse: vai nei campi con le tue forbici e la tua carriola, fai la tua scelta e paga pesi, affascinante e succulento.

- Papabubble : A due passi dalla piazza principale, due ragazze fanno le caramelle nel loro vecchio laboratorio. Puoi persino vederli in azione ed è impressionante. Sciolgono lo zucchero, assemblano i colori in grandi budini, allungano e tagliano. Alla fine, diventa magico perché puoi vedere i disegni che si formano.

- Henri & Agnès : Vicino a Schuman, una nuova mensa Bobo con decorazioni in legno. Cucina in sintonia, creativa, fresca e basata su prodotti di qualità.

Alla tua rubrica!