Altro

Agnès b. "La cosa più importante è quella di non essere uno stereotipo"

Cattivissimo Me 3 - Clip Karaoke - Canta con i Minions! (Luglio 2019).

Anonim

Agnès b. ha creato collezioni senza tempo per molti anni. Tutto iniziò quando lo stilista aprì il suo primo negozio di strada a Parigi nel 1975. Da allora sono passati e il marchio è cresciuto a livello internazionale con oltre 200 negozi in tutto il mondo. Per ciascuna delle sue creazioni, Agnès b. pensare dei giapponesi, le ragazze di Hong Kong, New York, Parigi … Ma chi meglio del progettista per descrivere l'universo del brand: " c'è un mix di generazioni nelle persone che s' vesto a casa perché cerco sempre di avere cose che sono per persone diverse, che nessuno si sente escluso, sto anche cercando di fare taglie più grandi anche se mi viene detto che non è non vende . "

Uno spirito di tolleranza che definisce le collezioni di Agnès b. composto da pezzi semplici ed eleganti.

Tanto talento e generosità meritavano di essere premiati. È stato assegnato al Women's Gold Trophy con il Women's Style Award of the Year.

© Mat Beaudet

Che cosa rappresenta per te questo premio per le donne d'oro?

Mi è stato detto che avevo pensato a me stesso da molto tempo ma che immaginavo che non avrei accettato. Errore! Questo prezzo mi rende molto felice. È bello onorare tutte queste donne in diverse attività. Non avrei voluto essere la donna in oro ma essere molti è buona.

Volevi essere un curatore del museo, cosa ti ha portato a diventare uno stilista?

Mi sono sposato a 17 anni. Ho avuto due gemelli a 19 anni. Ho lasciato Christian Bourgois non ancora 21 e quindi ho dovuto guadagnarmi da vivere. Non andavo a scuola e imparavo molto facendoli. Dalla foto, empiricamente con una Nikon, un film ecc …

Hai negozi oggi in tutto il mondo, è un orgoglio per te?

È mio figlio che è molto orgoglioso di quello che sta facendo perché è colui che viaggia molto e fa molto marketing.

Che cosa ti ispira?

È la stessa collezione ovunque, ma nella creazione tengo conto di diversi parametri … Ad esempio, ad Hong Kong non fa mai freddo, ci vogliono cose leggere. Ho imparato a fidarmi di me stesso. Due o tre anni fa volevo fare i colletti bianchi con un abito nero, anche se molti intorno a me erano riluttanti, e ora ci sono dappertutto. Trovo sempre nuovi modi per fare stile.

© agnès b

Qual è la creazione che ti rappresenta di più?

Ce ne sono diversi. Adoro la t-shirt a girocollo a maniche corte, i jeans neri.Estate, una gonna lunga. Amo anche le minigonne, la trovo bellissima quando le ragazze hanno delle belle gambe. Da 10 anni, faccio anche delle foto sui vestiti.

© agnès b

Qual è la tua opinione sui manichini?

È un lavoro che non consiglio a nessuno. È molto difficile, siamo sfidati ogni giorno. Ci sono così tante ragazze che sognano questo e spesso le persone non sono piacevoli in questo ambiente. Mi dico che i modelli non sono facili, sono preda, non riescono a mangiare, combatto molto contro questo sistema! Non voglio modelli con meno di 18 anni, troppo magri, con profili anoressici. Inoltre, è un lavoro che non dura, tranne Kate Moss. Ho una bambina che vorrebbe diventare una modella, dico di no. È un lavoro pericoloso e difficile.

Quali pensi che sarebbero i tre pezzi di moda essenziali nel guardaroba di una donna?

Trova quello che fa per te! Il più importante è non essere uno stereotipo, in realtà sei tu a sapere cosa è meglio per te in generale.

Un consiglio per l'outfit ideale per il nuovo anno?

Quando mostri le gambe, non mostrare il seno allo stesso tempo. L'importante è bilanciare ciò che mostri e ciò che non mostri e non correre troppi rischi. Dose!

I 13 vincitori della cerimonia del Trofeo d'oro femminile

Leggi anche su aufeminin:

- Women in Gold 2015: i vincitori della 23esima edizione!

- Le donne influenti del mondo

- I "muppies": chi sono queste nuove superdonne?

e la nostra sezione Donne in oro

Alcune idee per il capodanno:

Vedi anche: Abito da capodanno: la nostra selezione di abiti da capodanno

© Topshop / La Redoute