Altro

Un sacerdote e un rabbino sono un bel gesto per i musulmani nel loro quartiere

"Marching to Zion" Full Movie with subtitles (Luglio 2019).

Anonim

Finora, molti musulmani del 15 ° arrondissement di Parigi, erano in un locale di strada situata di candeggina per pregare. Sfortunatamente, quest'ultimo, secondo Le Parisien , fu costretto a chiudere in seguito a un danno d'acqua.

Nel mese di agosto, i fedeli avrebbero quindi hanno finito per sala di preghiera privata, ma non è stato contare sulla presenza di un rabbino e un prete del quartiere. In effetti, questi ultimi hanno offerto ai musulmani il loro aiuto affinché potessero svolgere le loro preghiere del venerdì.

Mohammed Benali, responsabile della sala di preghiera danneggiata, ha detto al Parigi la notevole comportamento di questi due religiosi " rabbino della sinagoga Shalom Adath Via George Bernard Shaw ha offerto di aiutarci per il lavoro e il pastore ci ha prestato la sua stanza. è passato più di un mese da quando ci ha accoglie ".

Così, per un mese, i musulmani del distretto si incontrano nella sala parrocchiale di Saint-Christophe-de-Javel. Inoltre, i parrocchiani stessi erano molto accogliente e felice di aiutare la comunità in grado di seguire il suo fastidio culto come affermato Thierry Vernet, vicario della parrocchia, " sono anche parrocchiani che hanno aperto la sala e li hanno aiutati a stabilirsi ".

I leader dei tre culti di questo distretto non sono al loro primo tentativo. Per lungo tempo questi aiutano a vicenda . " Parliamo con il rabbino e il prete, è diventato una vera famiglia E 'davvero bello ." affida anche Mohammed Benali. I fedeli dei diversi culti si sono già incontrati più volte durante eventi come le pulsioni di sangue o semplicemente per incontrarsi e scambiarsi intorno a un buffet.

Un bell'esempio di tolleranza e amore!

Vedi anche: Le migliori citazioni sulla pace, la speranza e la tolleranza

© Istock

Leggi anche: A Berlino, una moschea aperta a donne senza velo e gli omosessuali appena aperto (Foto)

Per seguire le notizie, iscriviti alla newsletter di buzz